Solo il riconoscimento dell’impossibile della trasmissione rende possibili effetti di formazione

 

L’onda è la forza della pulsione, il suo moto costante refrattario al sapere. Il sapere che un analizzante acquisisce veramente è il sapere che sorge da un punto di impossibilità, ovvero dai limiti del sapere, dal suo impatto contingente e necessario con l’onda della pulsione.

Massimo Recalcati, Il mare della formazione

Singolarità e universalità

Le società cittadine, in legame tra loro, e condividendo il desiderio di occuparsi della formazione dell’analista, conservano la propria singolarità e unicità.

L’universale e il singolare tracciano il campo della psicoanalisi.

Lo spazio del singolare si apre dentro all’universale, mantenendo tuttavia rispetto ad esso una sua esteriorità irriducibile.

E questa dialettica tra singolare e universale non si apre né si chiude secondo una teleologia.

Massimo Recalcati, L’universale e il singolare, Marcos y Marcos, Milano 1995

Confronto e incontro tra le società cittadine

La rete associativa si fonda su un legame transferale e non redige uno statuto federativo.

Ciò che conta non è la meta, non è la proposta in sé, più o meno reale; il gruppo impara sempre meglio che essenziale per la sua sopravvivenza non è l’oggetto del desiderio ma lo stato del desiderio.

Elvio Fachinelli, Il bambino dalle uova d’oro, Adelphi, Milano 2010

Apertura e generatività

Ogni singola Società cittadina partecipa e dà testimonianza della possibilità di quest’apertura generativa creativa e originale, tanto al proprio interno quanto nel legame con le altre società.

Poiché le istituzioni sono commoventi: e gli uomini In altro che in esse non sanno riconoscersi.
Sono esse che li rendono umilmente fratelli.
C’è qualcosa di così misterioso nelle istituzioni
– unica forma di vita e semplice modello per l’umanità – che il mistero di un singolo, in confronto, è nulla.

Pier Paolo Pasolini, Transumanar e organizzar

Perché solo se si ha cura delle istituzioni si può davvero provare a cambiare il mondo. Mettete, dunque, da parte
il vostro abito da “anime belle” e affrontate con coraggio, senza indietreggiare, la prova politica delle istituzioni.
Non c’è nessun “trasumanar” senza l’impegno militante dell’”organizzar”, per usare il titolo di una celebre raccolta di poesie pubblicata sempre a ridosso del ‘68.

Massimo Recalcati, 6 ottobre 2018

 

attività

Attività

Per raggiungere il loro fine formativo le Società Cittadine di Psicoanalisi si faranno promotrici di eventi, seminari, convegni, conferenze, lezioni, presentazioni editoriali, attività di aggiornamento, creazione di gruppi di studio, daranno impulso a ricerche, studi e pubblicazioni.

attività

Società cittadine di psicoanalisi