Società Milanese
di Psicoanalisi

 

“Nel Jazz, il cuore dell’improvvisazione non è suonare le note trascritte
sugli spartiti già scritti ma…suonare la nota che non c’è,
quella nota che sarà solo tua quindi unica”

(Miles Davis)

 

Dove siamo

Sede legale:
Via Pestalozza 12, 20131 Milano

t

Per richiedere informazioni

Per scrivere al direttivo della società

La Società Milanese di Psicoanalisi
Elvio Fachinelli (SMP)

Nasce, il 5 ottobre 2020, dal desiderio di costruire un luogo di confronto e di formazione dello psicoanalista aperto alla contemporaneità nelle sue molteplici trasformazioni e alla pluralità dei linguaggi dei saperi umani. Per questo la SMP si riconosce in un sapere aperto e sempre in ascolto dell’imprevedibile che emerge dalla realtà.

Abbiamo desiderato questa nascita nel tempo dell’emergenza sanitaria, tempo in cui ci siamo sentiti tutti toccati dalla minaccia di un nemico invisibile e letale. Questa pandemia ci ha minati alla radice, ha fatto emergere in un doloroso primo piano tutta la fragilità umana, tutta la necessità di proteggerci e proteggere gli altri senza smettere di far segno di vita nei legami. Pensare a una fondazione in questo tempo testimonia la resistenza della vita sulla morte. Sono all’incirca queste le parole con cui Massimo Recalcati ha scaldato l’agghiacciante primavera del 2020 e soffiato sulle ceneri di esperienze passate riaccendendo un fuoco vivo. Qualcosa resiste, non si riduce: si tratta del desiderio di far esistere un luogo di formazione dello psicoanalista, tenuto vivo dalla singolarità irriducibile di ciascuno e orientato dalla responsabilità soggettiva dell’etica della psicoanalisi.

La nostra comunità riconosce nella voce di ogni singolo socio la possibilità di proseguire e di attualizzare le radici del lavoro teorico di Freud, di Lacan e dei suoi eredi, ispirandosi così ad una psicoanalisi laica, libera dai dogmatismi teorici, e dalle derive ideologiche e “securitarie”. La storia della psicoanalisi è costellata da eventi in cui è prevalsa la difesa e la chiusura, allo stesso tempo non è mai stata dimenticata la spinta dissidente del desiderio, feconda di parole, pensieri e iniziative vitali.

Riteniamo che, nell’epoca contemporanea, quella “dissidenza del desiderio” sia la linfa vitale per il nostro percorso nella SMP. Desideriamo così valorizzare la voce di ogni singolo, percorrere sentieri teorici di formazione permanente che siano critici verso ogni conformazione.

Nella città di Milano nasce una delle Società Cittadine di Psicoanalisi, insieme a quelle che si sono già costituite a Palermo, a Pavia e Trieste ed altre nascenti. Tutte queste Società prendono le mosse dal movimento di Divergenze, che ha come suo orizzonte la “cura” in senso lato ed è rappresentato dalle parole del testo-manifesto di Massimo Recalcati di cui riportiamo lo stralcio che più pertiene alla nostra Società milanese:

“Io credo che la sola “passe” che conti sia quella imposta dalla vita e che per coloro che abbiano fatto esperienza di un’analisi condotta a fondo, il compito che li attende sia quello etico di testimoniare gli effetti di questa esperienza nella loro vita e nella comunità di lavoro alla quale appartengono. In questo senso specifico la passe permanente è davvero come un’onda che ci costringe a testimoniare giorno dopo giorno l’incontro con il reale di cui abbiamo fatto esperienza nell’analisi. L’enunciazione dell’analista dovrebbe coincidere così con il luogo della testimonianza della sua vita sulla quale tutti gli enunciati del suo sapere dovrebbero trovare il loro sostegno singolare. Ultimo”.

M. Recalcati, Il mare della formazione, Dialoghi sulle pratiche di cura a cura di N. Divincenzo e B. Giacominelli,  Mimesis, Milano 2020, p. 24.

Conoscere la Teoria, applicare bene la tecnica, scrivere un libro sono passaggi fondamentali per uno psicoanalista; ma tutto ciò non basta a testimoniare degli effetti della formazione. Il sapere e il percorso curriculare non è garanzia che ci sia “dello psicoanalista”. Uno psicoanalista non si installa una volta per sempre. E’ nella propria analisi portata fino in fondo che ciascuno fa esperienza dell’incontro con il proprio reale. Si fa esperienza della possibilità della riscrittura di una verità. Nell’analisi si fa esperienza della forza dell’après-coup, dell’esistenza di una prospettiva inedita sul trauma, di una chance inattesa per la propria vita, di una possibilità di riscrittura.
Poter testimoniare giorno dopo giorno di questo evento, di questo incontro col nuovo, nei legami e nella collettività, è una proposta inedita per una comunità di lavoro. Si tratta di abitare un posto nella comunità analitica come vivi, di farsene qualcosa di generativo del proprio godimento, nell’uno per uno, nella radicale singolarità di ciascuno, orientati dalla responsabilità soggettiva verso il proprio desiderio: testimoniare della propria cifra, irriducibile e singolare, in quanto eccedenza, assumendosi il movimento dell’Uno verso l’Altro.

Infine abbiamo scelto che la SMP sia dedicata a Elvio Fachinelli, psicoanalista milanese, perché riteniamo che il suo pensiero, la sua ricerca teorica, la sua prassi clinica, il suo radicamento nel tessuto cittadino abbiano tracciato quei principi etici che ci costituiscono e ci orientano nel campo della psicoanalisi.

Confidiamo per il futuro che la SMP sia sempre più un luogo, una “casa”, in cui lasciare abitare il nostro desiderio e continuare a respirare della vitalità che ancora oggi intravediamo nella psicoanalisi.

Le attività

La Società Milanese di Psicoanalisi – Elvio Fachinelli (SMP) si propone di organizzare e promuovere momenti di confronto teorico-clinico tra i soci. Inoltre si dedica a organizzare e realizzare eventi aperti alle molteplici trasformazioni della contemporaneità ed estesi alla città e alla pluralità. Nello specifico le attività si suddividono in:

Gruppi di ricerca/cartello

Cartelli attivi

> Shakespeare

Questo gruppo è nato a partire dal desiderio di leggere i testi di Shakespeare.
Dopo una prima introduzione, in cui si è affrontata la cornice storica del Rinascimento e introdotto il teatro Elisabettiano, si è definita la direzione del primo tempo del lavoro: attualmente si sta approcciando al “Mercante di Venezia”, con l’intenzione poi di leggere e commentare “Re Lear” e “Macbeth”.
L’entusiasmo del primo incontro ha però anche aperto alla possibilità che poi il lavoro prosegua su altri testi, tra cui, per esempio, “Otello”, “Antonio e Cleopatra”, o “la Tempesta”.
L’idea che orienta questo gruppo è di leggere le opere a mente aperta, senza fretta di trovare qualcosa che riporti alla psicoanalisi, ma disponibili alla possibilità che questo accada.
Il gruppo si incontra alle ore 21, per ora da remoto, l’ultimo giovedì di ogni mese.

Di seguito il calendario:
28 gennaio 2021
25 febbraio 2021
25 marzo 2021
29 aprile 2021
27 maggio 2021
24 giugno 2021
30 settembre 2021
28 ottobre 2021
25 novembre 2021

Referente Cartello Shakespeare: Valeria Campi
Partecipanti: Valeria Campi, Erica Ferrario, Carlotta Bedon, Andrea Di Silvio, Francesca D’Oronzio,Vincenzo Moretti, Pino Pitasi, Maura Monguzzi,Emanuele Tarasconi, Maria Laura Bergamaschi, Francesca Tosarini, Cristina Coppola, Viola Ballabio, Alessandra Leone.
Per informazioni: info.milano@lesocietadipsicoanalisi.it

> Stanza n° 1

Durata: Marzo 2020-Marzo 2022
Stanza n°1 è il nome di un gruppo di studio formatosi nel marzo 2020 a partire da un desiderio condiviso dai quattro partecipanti per l’approfondimento teorico dei testi di Jacques Lacan attraverso il dispositivo del cartello. In particolare, il gruppo ha scelto di prendere come oggetto del proprio studio Il Seminario: Libro I Gli scritti tecnici di Freud 1953-1954 di Lacan e di schiuderlo alla contaminazione con altre forme di sapere e con altri modi del linguaggio psicoanalitico. Più in particolare, l’obiettivo del cartello è quello di approfondire alcuni dei temi clinici e teorici del testo mediante la sua lettura e il confronto con gli scritti e le idee di Freud, di autori fondamentali della psicoanalisi (Jung, Klein, Horney, Balint) e della filosofia (Hegel, Kojéve, Deleuze). L’attività del gruppo si è inizialmente diretta all’approfondimento teorico-comparativo della topica dell’Immaginario e del narcisismo, della negazione in quanto movimento dialettico fondamentale nei processi di soggettivazione e del virtuale come luogo di annodamento privilegiato fra il registro immaginario e il reale.

Partecipanti:
Anna Centis Vignali
Mavie Loda
Luca Sansò
Emanuele Tarasconi
Massimo Recalcati in funzione di «più-uno»

> Ripensare la tecnica psicoanalitica delle psicosi

Questo lavoro di ricerca nasce dal desiderio di promuovere un campo di ricerca teorico-clinico nell’ambito della tecnica psicoanalitica delle psicosi.
Di seguito alcune aree sulle quali si articolerà il lavoro:
– transfert e controtransfert
A partire dal presupposto che in una psicoanalisi ciò che cura è il transfert, si propone di lavorare attorno alle impasse incontrate nella pratica clinica con particolare attenzione alla funzione del transfert. Quali posizioni l’analista è chiamato ad assumere nella cura affinché qualcosa del godimento del soggetto, cioè del rapporto con l’oggetto, possa modificarsi? È possibile pensare che un trattamento psicoanalitico, condotto fino in fondo, possa portare a una trasformazione radicale dell’economia libidica del soggetto psicotico? A questo proposito si propone di problematizzare gli assunti teorici per ripensarli e comprenderli nuovamente attraverso l’esperienza clinica con cui siamo chiamati a confrontarci quotidianamente. Si propone, inoltre, di affrontare il delicato tema del controtransfert al fine di discernere l’agito del clinico, mosso dall’identificazione proiettiva (M.Klein), dall’atto, possibile solo quando “il controtransfert consiste nell’essere disponibile per il proprio paziente” (F.Dolto).
– trattamento delle psicosi in diverse istituzioni (ospedale, Jonas, studio, carcere)
A partire da alcune esperienze sul campo si propone di indagare le differenti modalità di trattamento delle psicosi nei diversi contesti clinici. Attraverso stralci di colloqui tratti dalla pratica clinica o dalla letteratura, si propone di studiare e approfondire anche la questione del ruolo del farmaco all’interno della cura.
– lettura del concetto di sinthomo traendo spunto da testi poetici e letterari
A partire dalla lettura del Seminario XXIII di Lacan, si propone di riflettere sulle diverse forme che la funzione del sinthomo può assumere per un soggetto psicotico; in particolare il tema verrà affrontato facendo riferimento alla parola poetica di Alejandra Pizarnik.

Referente Cartello RI-PENSARE LA TECNICA PSICOANALITICA DELLE PSICOSI
Eleonora Guglieri
Partecipanti: Eleonora Guglieri, Francesca Ruina, Elia Cadente, Paola Anatriello, Roberta Di Noi, Daniela Polise.
Per informazioni: info.milano@lesocietadipsicoanalisi.it

Di seguito il calendario:
7/21 marzo 2021
3/18 Aprile 2021
16/30 Maggio 2021
3/27 Giunio 2021
11 Luglio 2021
5/19 Settembre 2021
3/17/31 Ottobre 2021
14 Novembre 2021

Liberi insegnamenti

I liberi insegnamenti sono aperti ai soci e a tutti coloro che sono interessati ad approfondire temi riguardanti la psicoanalisi L’insegnamento è la produzione generativa di un lavoro di ricerca di un socio che si assume la responsabilità di ciò che trasmette. Per l’insegnamento il socio con il suo desiderio si autoriorizza all’insegnamento. Resta comunque necessario che il tema scelto dal socio per l’insegnamento raccolga un gruppo di almeno 15 iscritti interessati.

Dipartimenti permanenti

DIPARTIMENTO  SULLA PSICOANALISI INFANTILE
Il dipartimento permanente sulla psicoanalisi infantile nasce dall’idea di promuovere un campo di ricerca teorico-clinico nell’ambito della clinica psicoanalitica dell’infanzia, in cui al centro c’è il soggetto agli inizi del processo di soggettivazione e in rapporto all’Altro, in particolare quello materno. L’oggetto d’indagine riguarda lo statuto del bambino e gli inciampi che può incontrare nel processo di soggettivazione, processo che si determina a livello strutturale, sintomatico, in rapporto al significante, al corpo e alla pulsione. A partire dalla lettura di alcuni testi e da una riflessione sull’esperienza clinica, si cercherà di mettere a fuoco le coordinate della nascita della soggettività del bambino, l’incidenza dell’Altro nella strutturazione del soggetto e del suo sintomo, la dimensione della cura in psicoanalisi, presa nel suo doppio versante del lavoro con il bambino e con i genitori. L’oggetto d’indagine e di ricerca verrà concordato ogni anno e verterà su alcuni temi fondamentali della psicoanalisi infantile. Quest’anno, in particolare, la lettura e lo studio del testo –“La nascita dell’Altro “ di Rosine e Robert Lefort , tradotto e curato da Angelo Villa – sarà il pretesto per approfondire la questione della nascita e dell’origine del soggetto in relazione all’Altro. L’idea dunque è di interrogare uno spazio che vada anche al di là di quello della cura terapeutica in senso stretto, per pensare alla possibilità per la psicoanalisi di incidere sulla vita aprendo il campo alla soggettività, ai suoi germogli, predisponendo nell’Altro uno spazio in cui accoglierla e fargli posto. La lettura del testo si intreccerà con un’interrogazione continua della clinica contemporanea, interrogazione che ci condurrà nel vivo della pratica consentendoci di approfondire la questione dell’origine del bambino in relazione al desiderio, al fantasma e alla posizione che occupa presso l’Altro. Le ricadute soggettive, le possibili impasses del bambino e dell’Altro saranno oggetto di lavoro e di ricerca a livello del trattamento e della cura, con la finalità di formalizzare le logiche teorico-cliniche che li orientano.

Gli incontri sono rivolti ai tutti i soci delle Società cittadine di Psicoanalisi e si terranno il lunedì sera alle 21, una volta al mese, a partire dal mese di febbraio fino a luglio 2021.

Calendario 2021: 15 febbraio, 29 marzo, 26 aprile, 17 maggio, 21 giugno e 12 luglio.

Gli incontri si terranno da remoto e successivamente, non appena sarà possibile, in presenza presso la sede di Società Milanese di Psicoanalisi in via Pestalozza, 12 Milano.

Referente Dipartimento infantile: Federica Pelligra

Per informazioni: info.milano@lesocietadipsicoanalisi.it


DIPARTIMENTO DI STUDI “BIBBIA E PSICOANALISI”
Il suo fine è quello di studiare i punti di convergenza e di tensione tra il testo biblico e i problemi della psicoanalisi.

Cartello correlato: L’atto psicoanalitico e la grazia.

Partecipanti:
1. Massimo Recalcati
2. Luca Bagetto
3. Mario Cucca
4. Andrea Di Silvio
5. Erica Ferrario
6. Isabella Guanzini
7. Federico Leoni
8. Francesca Mazzini
9. Vincenzo Moretti
10. Ombretta Prandini
11. Alejandro Trapani

Primo incontro: martedì 11 maggio 2021 alle 21. Per partecipare agli incontri è necessario iscriversi al cartello.
Referente: Massimo Recalcati
Per informazioni: info.milano@lesocietadipsicoanalisi.it

Seminari

Il desiderio che ha accomunato chi si è dedicato alla fondazione delle Società e che aderisce in veste di socio alle Società è quello di continuare a formarsi come psicoanalisti, una formazione che non si conclude mai e che si nutre di scambio e di continuo confronto con la clinica, con lo studio dei testi e della teoria, con il confronto con altre discipline e altri linguaggi.

>   Il pensiero e l’opera Francoise Dolto

>   Cantieri Milanesi 2021 I problemi cruciali della cura psicoanalitica oggi

Biblioteca

Elvio Fachinelli

Il sapere in cui la Società Milanese di Psicoanalisi si riconosce è un sapere aperto, polimorfo e proteso ad un ascolto continuo della realtà nella sua portata imprevedibile e contingente. La presenza di uno spazio istituzionale risulta quindi necessaria ed essenziale al lavoro di ricerca e di approfondimento teorico che la Società si propone di mettere in moto.

Per questo motivo la Società Milanese di Psicoanalisi accoglie con entusiasmo la proposta di IRPA, in qualità di Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata, a dare il contributo nel prendersi cura della Biblioteca “Elvio Fachinelli”, con sede a Milano, in Via Pestalozza 12, nell’ottica di avviare un rapporto di stretta collaborazione che punti a rendere ancora più feconda la già presente risorsa bibliografica dell’Istituto. Sarà questo, per i soci di SMP, un luogo prezioso in cui far germogliare i semi della loro formazione.

Tutti i soci possono accedere alla consultazione/prestito dei libri. E’ possibile consultare l’elenco sul sito istitutoirpa.it alla voce “Biblioteca”. 

IRPA, Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata, è un istituto quadriennale riconosciuto dal MIUR come scuola di specializzazione in psicoterapia. Il suo obiettivo è quello di formare gli allievi (psicologi e medici) alla pratica della psicoterapia orientata dalla psicoanalisi.

Il Direttore Scientifico è Massimo Recalcati, uno dei più importanti psicoanalisti italiani, che, nella sua attività clinica e teorica, ha valorizzato l’opera di Freud e l’insegnamento di Lacan rendendole rilevanti per le sfide cliniche e sociali della contemporaneità.

Essere psicoanalista è una posizione responsabile, la più responsabile di tutte, cioè responsabile di sostenere una operazione di ‘conversione etica radicale’, quella che introduce il soggetto nell’ordine del desiderio.
(J.Lacan, Seminario XII)

Elenco soci

Le persone

Andrea Tullio Alliata
Psicologo, psicoterapeuta diplomato presso IRPA. Socio Jonas, membro dell’equipe di Jonas Milano e di Gianburrasca.
Paola Anatriello
Psicologa, psicoterapeuta specializzata presso Irpa Milano. Responsabile di Jonas Napoli, svolge la sua attività privata a Caserta e Napoli. Collabora come esperta esterna con diversi Isituti Scolastici di Aversa.
Luca Bagetto
Professore associato di Filosofia Teoretica nell’Università di Pavia. Si occupa di filosofia contemporanea e di teologia politica.
Viola Ballabio
Psicologa, psicoterapeuta in formazione presso Irpa Milano, coordinatrice di Gianburrasca Milano, Centro di Cura del Disagio Infantile.
Maria Barbuto
Psicoterapeuta, psicoanalista, docente Irpa, socia di Jonas Milano, psicologa consulente presso la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici LIMEC di Milano e Genova. Ha svolto la sua formazione a Parigi presso l’Associazione Mondiale di Psicoanalisi. Diverse le sue collaborazioni con Enti pubblici e privati (Università Cattolica, e diverse strutture ospedaliere). Appassionata alla psicoanalisi applicata ai temi del femminile, dei disturbi alimentari, dell’arte e del teatro.
Carlotta Bedon
Psicologa psicoterapeuta, coordinatrice di Jonas Onlus Milano. Svolge la propria attività clinica in istituzione e in studio privato.
Maria Laura Bergamaschi

Socio Jonas. Vive a Milano dove pratica la psicoanalisi cercando di farne un “lavoro senza fissa dimora”. È membro Società Pavese di Psicoanalisi.
Lucia Simona Bonfanti
Psicoterapeuta, psicoanalista. Lavora nei suoi studi privati a Lodi e Milano. Socio fondatore Telemaco di Jonas Milano, socio Jonas, collabora con entrambe le Associazioni. Docente IRPA presso la sede di Milano e Ancona. Molto interessata ad ambito di studio e ricerca sulle psicosi.
Elia Cadente
Psicologo, Psicoterapeuta. Socio Jonas Sondrio. Specializzatosi in psicoterapia presso IRPA. Pratica a Sondrio e Milano.
Federica Cairoli

Dottoressa in Architettura, Psicologa, psicoterapeuta in formazione in IRPA, socia Jonas Monza Brianza.
Valentina Calcaterra
Psicologa, psicoterapeuta. Svolge la propria formazione analitica con Massimo Recalcati. Vive e lavora Milano dove pratica come psicoterapeuta presso Jonas Onlus e presso Telemaco di Jonas Milano. Ha lavorato per anni nel campo dei disturbi alimentari. È socia fondatrice e membro del Consiglio Direttivo di Telemaco di Jonas Milano.
Valeria Campi
Psicoterapeuta, pratica attività clinica nella città di Milano presso Jonas e presso il suo studio privato. Docente tutor Irpa.
Silvia Cavalli
Psicoanalista, psicoterapeuta, Jonas Milano. Ex giudice onorario presso il Tribunale Minorenni di Milano, con esperienza di c.t.p. e di attività clinica orientata alla riduzione della conflittualità nei procedimenti di separazione.
Roberta Celi
Psicoanalista, Socia Jonas Monza Brianza, docente tutor IRPA, pratica la psicoanalisi in istituzione e privatamente a Monza.
Mariacristina Coppola
Psicoterapeuta in formazione, socio Jonas Pavia, si dedica al legame tra psicoanalisi ed educazione 0-6 anni. Pratica nelle città di Milano e Pavia.
Sara Corna
Docente di filosofia. Ha conseguito il dottorato di ricerca con un lavoro sul rapporto fra il pensiero di Lacan, Deleuze e Derrida; interessata a portare l’approccio psicoanalitico nell’istituzione scuola.
Francesca D’Oronzio
Psicologa, psicoterapeuta in formazione presso IRPA, membro dell’équipe di Jonas Milano, Coordinatrice del servizio di Assistenza Psicologica Domiciliare APD.
Elisa Di Dio
Psicologa clinica a Milano. Lavora come libera professionista in zona Famagosta; si occupa di tossicodipendenze presso l’ Associazione La Cascina Onlus, di clinica dell’infanzia presso Giamburrasca onlus ed è socia Jonas. Svolge attività formativa per le scuole comunali dell’infanzia e nidi per Progetto A ed è supervisore dell’associazione per autistici adulti I ragazzi di Robin.
Luisa Di Pino
Psicoanalista, socia Jonas, docente tutor IRPA. Pratica la psicoanalisi nel suo studio. Appassionata di scrittura, i suoi interessi scientifici sono rivolti all’ambito dell’invecchiamento.
Andrea Di Silvio
Psicologa, Psicoterapeuta in formazione presso IRPA, socia Jonas Milano, docente IULM presso la cattedra di “Psicoanalisi, estetica e comunicazione”.
Roberta Dinoi
Psicologa e psicoterapeuta specializzatasi all’IRPA, socia Jonas Onlus, ha collaborato in diverse realtà – ospedali, studi legali, comunità e associazioni onlus. Riceve privatamente presso il suo studio di Milano.
Nico Divincenzo
Psicologo e psicoterapeuta. Svolge la propria attività con pazienti adulti presso Jonas Milano e in ambito privato. Da oltre 20 anni si occupa inoltre di clinica istituzionale delle dipendenze, in qualità di terapeuta, supervisore clinico e consulente istituzionale.
Monica Facheris
Psicologa e psicoterapeuta specializzanda a orientamento psicoanalitico. Socia di Jonas Bergamo e di Telemaco di Jonas Milano, dove si occupa di clinica dell’età evolutiva e dell’adulto.
Giuditta Fachinelli
Socio onorario. Laureata in filosofia, sono editor per diverse case editrici italiane. Appassionata di lettaratura e psicoanalisi, dal 2012 mi occupo del fondo Fachinelli e delle pubblicazioni a esso connesse.
Monica Farinelli
Psicologa, psicoterapeuta e psicoanalista, oltre alla pratica clinica in studio privato, collabora con Jonas facendo parte dell’equipe milanese sin dai suoi esordi e rivestendo al suo interno diverse funzioni nel tempo. Docente IRPA.
Nicola Felici
Psicologo psicoterapeuta. Ha lavorato al Dipartimento Dipendenze Patologiche di Ancona (ASUR MARCHE) e si è occupato di gioco d’azzardo patologico. Attualmente lavora con Jonas Milano, Jonas Trento e Telemaco Milano. Riceve pazienti adulti e adolescenti.
Elena Ferrante

Psicoanalista, vive e lavora a milano, dove pratica l’attività clinica privata con adulti e bambini. Socia Jonas Milano, membro del Consiglio della sede e del coordinamento nazionale Jonas Italia. Docente tutor Irpa.
Erica Ferrario
Laureata in filosofia e in psicologia, psicoterapeuta. È socia di Jonas Milano presso cui lavora come psicoterapeuta ed è referente per i tirocini formativi post lauream. Docente tutor presso IRPA. Pratica anche in studio privato a Milano.
Simone Fratti
Project Manager in ambito sociale, Dottore in Scienze Filosofiche, diplomato in Comunicazione ed Arti Visive all’Istituto Europeo di Design e Dottore in Scienze dell’Educazione.
Maria Galanti
Psicoterapeuta, Socia Jonas Milano, pratica la psicoanalisi in Istituzione e privatamente nel suo studio a Milano. Da anni si occupa anche di patologie croniche intestinali (Morbo di Crohn e Rettocolite Ulcerosa) collaborando con la Fondazione Ca’ Granda IRCCS – Ospedale Maggiore Policlinico di Milano tramite l’Associazione AMici Onlus, portando avanti il discorso della psicoanalisi nella clinica del fenomeno psicosomatico.
Francesco Giglio
Psicoanalista, Jonas Milano, Direttore IRPA sede di Ancona. Pratica in studio a Milano e Sesto San Giovanni.
Mirella Greco
Psicoanalista, docente-tutor IRPA. Pratica in studio a Piacenza e Milano. L’ambito di interesse è la clinica ell’adolescenza e della nevrosi.
Eleonora Guglieri
Psicologa, Psicoterapeuta presso Jonas Milano e Telemaco Milano. Socio fondatore della sede di Jonas Sondrio. Nella sua pratica clinica incontra adulti e adolescenti e in ambito ospedaliero si occupa principalmente della clinica dei casi gravi.
Alessandra Leone
Psicologa, Psicoterapeuta in formazione Irpa. Pratica la libera professione ad Abbiategrasso, collabora con Istituti scolastici, Servizi di Neuropsichoatria Infantile e Tutela Minori.
Federico Leoni
Docente di antropologia filosofica all’Università di Verona, dove è anche condirettore del Centro di ricerca “Tiresia” per la filosofia e la psicoanalisi.
Domenico Letterio
Psicologo, Dottore di Ricerca in filosofia politica. Responsabile di Jonas Sondrio e membro dell’équipe di Jonas Milano, pratica la psicoanalisi nel suo studio privato a Milano.
Francesca Mazzini
Insegnante di filosofia e storia presso un liceo milanese, ha incontrato la psicoanalisi attraverso l’opera di Massimo Recalcati, l’analisi personale e la partecipazione al Dipartimento clinico “Gennie Lemoine” dal 2012.
Maura Monguzzi
Psicoanalista, Psicoterapeuta, Pedagogista, Formatore Balint. Docente tutor IRPA, e docente all’Istituto Italiano di Psicoanalisi di gruppo. Esercita privatamente affiancando alla clinica la formazione e supervisione, pedagogica e psicoanalitica.
Vincenzo Moretti
Psicoanalista, Jonas Lecco e Milano. Supervisore clinico presso la LILA (Lega Italiana per la Lotta all’AIDS). Pratica anche in Studio privato a Milano.
Andrea Panico
Psicoterapeuta, psicoanalista, Presidente di Telemaco di Jonas Milano, docente IRPA, direttore della collana Futuroanteriore (edizioni Paginaotto). Pratica la psicoanalisi privatamente e presso Jonas e Telemaco con pazienti adulti e adolescenti. Membro del Consiglio Direttivo di Jonas Milano e di Jonas Italia.
Federica Pelligra
Psicoterapeuta, psicoanalista. Svolge attività clinica presso Jonas Onlus e nel suo studio privato a Milano. Ha lavorato per anni nel campo della psicoanalisi infantile presso Gianburrasca Onlus, di cui ha coordinato la sede. È docente Irpa. È membro del consiglio direttivo di Jonas Milano.
Elena Petraroli
Psioterapeuta a indirizzo psicoanalitico, interessata alla psicoanalisicome ambito di riflessione teorico-pratico sulle questioni della contemporaneità.

Pino Pitasi
Psicologo, militante, centrocampista, socio onorario Jonas Como.
Daniela Polise
Psicologa, collabora con Telemaco di Jonas Milano, consulente di psicologia penitenziaria per ASST santi Paolo e Carlo presso la Casa Circondariale di Milano San Vittore, riceve pazienti adulti e adolescenti in studio privato a Milano.
Laura Porta
Psicoanalista, Socia Jonas Monza Brianza, docente IRPA, giornalista, vive e pratica la psicoanalisi a Meda.
Ombretta Prandini
Psiconalista, Jonas Pavia, docente IRPA, si occupa di clinica nella città di Milano e Pavia. Interessata allo studio della clinica contemporanea e al rapporto tra Psicoanalisi e istituzioni.
Natascia Ranieri
Psicoanalista, Jonas Milano, docente IRPA, collabora con l’Università degli Studi di Pavia. Pratica a Milano.
Massimo Recalcati
Lavora come psicoanalista a Milano. È direttore scientifico dell’Irpa, insegna all’Universita di Pavia. Fondatore di Jonas onlus. È membro onorario della società Pavese di psicoanalisi.
Andrea Rocchitelli
Psicologo, Micropsicoanalista, Direttore Centro Medico Santa Crescenzia a Magenta, Membro titolare Isitituto Italiano di Micropsicoanalisi, esercita a Milano e Roma.
Francesca Ruina
Psicologa, socio fondatore di Jonas Sondrio.
Benedetta Silj
Analista biografica ad orientamento filosofico (Sapof). Saggista. Vive e lavora a Roma.
Nicola Tattini
Psicologo, psicoterapeuta, socio Jonas. Svolge la sua attività di psicoterapeuta presso la Fondazione Isabella Seràgnoli.
Fabio Tognassi
Psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista, supervisore clinico. Ha svolto la propria formazione analitica con Massimo Recalcati. Vive e lavora a Milano dove pratica come psicoanalista presso il suo studio privato e presso Jonas Onlus. È docente titolare di materia presso IRPA. Ha lavorato per anni nel campo delle tossicodipendenze e presso Gianburasca Onlus nel campo della psicoanalisi dell’infanzia. Svolge attività di supervisione in contesti istituzionali. È membro del Consiglio Direttivo di IRPA e di Jonas Onlus.
Francesca Tosarini
Psicologa in Jonas Milano e Telemaco di Jonas per la clinica dell’adolescenza. Iscritta all’ultimo anno della scuola di specializzazione in psicoterapia IRPA. Collabora con la cooperativa sociale Lascaux.
Alejandro Trapani
Laureato in Medicina alla Università di Buenos Aires. Membro aderente della Asociación Psicoanalítica Argentina (APA). Membro della International Psychoanalytical Association (IPA). Vive e lavora come psicoanalista a La Spezia.
Francesco Vandoni
Psicoanalista, socio Jonas Milano. Vive e lavora a Milano.
Uberto Zuccardi Merli
Psicoanalista di formazione lacaniana, formatosi a Parigi sotto la guida di J.A. Miller. Laureato in Filosofia, docente IRPA, socio fondatore Jonas Onlus, Direttore Scientifico di Gianburrasca. Studioso della clinica dell’infanzia e dei sintomi contemporaei.

Consiglio Direttivo triennio 2020-2023
Società Milanese di Psicoanalisi 

Ombretta Prandini (Presidente)
Roberta Celi (Vicepresidente)
Erica Ferrario (Segretario)
Vincenzo Moretti (Tesoriere)
Federica Pelligra (Consigliere)

Le attività e news della Società Cittadina Milanese

Società Cittadina Milanese

info.milano@lesocietadipsicoanalisi.it

Scrivici per avere informazioni

Privacy